15377: Machinery for typography - capital goods from leasing

TERMINI E CONDIZIONI SPECIFICHE DI VENDITA E RITIRO 
 
Durata dell'asta:
 
Inizio: Wed 22/06/2022 at 16:00
Termine:  Tue 12/07/2022 at 16:00 
 
Articolo 1. MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE, CAUZIONE E VISIONE DEI BENI
 
1.Costituisce onere di ogni partecipante la preventiva ed accurata visione dei singoli beni posti in vendita così come indicati negli atti messi a disposizione e nel Catalogo lotti predisposto dalla Casa d’asta. Si precisa che la descrizione e le immagini presenti sui portali sono fornite a fini esclusivamente esemplificativi e che pertanto eventuali difformità dei beni rispetto alle stesse non possono in alcun modo considerarsi motivo di risoluzione della vendita né di contestazione da parte dell’aggiudicatario.
 
2.Per poter partecipare alle aste è necessario registrarsi al sito www.gobid.it e/o www.gorealbid.it, iscriversi alla singola asta oggetto d’interesse nonché, previa attenta lettura, accettare le condizioni generali e le presenti condizioni specifiche, riportate nella scheda dell’asta.
 
 
La partecipazione all’asta è subordinata altresì al versamento di un deposito cauzionale pari ad EUR 2.000,00, così come indicato nella scheda di ciascun lotto.
Il pagamento dovrà essere effettuato mediante bonifico bancario al seguente conto corrente:
 
MONTE DEI PASCHI DI SIENA – Agenzia di Fabriano – ABI: 01030 – CAB: 21100 – CIN: K – IBAN: IT 43 K 01030 21100 000000414486 – BIC/SWIFT: PASCITM1K07 intestato a GOBID INTERNATIONAL AUCTION GROUP srl.
 
Il versamento della cauzione è condizione imprescindibile per essere abilitati ad effettuare le offerte e deve essere accreditato entro e non oltre il termine dell’asta. 
 
3.Nel caso in cui il bene non sia aggiudicato da alcun partecipante, la cauzione verrà restituita entro 20 giorni lavorativi dal termine ultimo dell’asta senza interessi. In caso di aggiudicazione di uno o più lotti, la restituzione della cauzione avrà luogo solo dopo che l’acquirente avrà provveduto al ritiro dei beni acquistati in asta. Qualora l’utente aggiudicatario ritardasse il ritiro, la cauzione potrà essere trattenuta dalla Casa d’asta a copertura degli eventuali oneri di occupazione di spazi e di assistenza al ritiro dei beni, nonché di eventuali servizi forniti dalla stessa.
 
4.Saranno ammessi a partecipare all’asta esclusivamente soggetti giuridici dotati di P.IVA e qualificabili come Professionisti (che acquistano i beni solo per uso professionale e non per uso privato) ai sensi del d.lgs. 206/2005
 
In caso di rilascio di false e/o errate e/o incomplete informazioni in ordine al requisito di professionalità richiesto, il soggetto dichiarante sarà cancellato dall’asta. La cauzione di cui al punto 1.2 verrà trattenuta a titolo di penale a parziale ristoro del danno patito, fermo in ogni caso il diritto della Casa d’asta ad agire giudizialmente per il risarcimento del maggior danno. 
Inoltre, GOBID INTERNATIONAL AUCTION GROUP srl si riserva il diritto di non consentire la partecipazione all’asta agli utenti, i quali siano risultati precedentemente inadempienti, abbiano tenuto comportamenti scorretti o fatto uso improprio della piattaforma www.gobid.it e/o www.gorealbid.it, o per qualsiasi altra ragione relativa all’utente. 
 
5.L’offerta validamente effettuata secondo le modalità sopra descritte deve intendersi quale proposta irrevocabile, ai sensi dell’art. 1329, 1° comma c.c., dal momento della sua presentazione sino allo scadere dell’esperimento di vendita e all’eventuale aggiudicazione.
 
6.I beni oggetto dell’asta si trovano nei comuni indicati in ogni scheda lotto. Per prenderne visione occorre contattare con congruo anticipo la Casa d’asta per fissare un appuntamento. A tale scopo gli interessati dovranno inviare una richiesta di visione all’indirizzo e-mail logistica@gobid.it
 
Detta richiesta dovrà indicare:
 
a)Il codice dell’asta di interesse;
b)il soggetto che effettuerà il sopralluogo (con allegato il relativo documento di riconoscimento);
c)la dichiarazione di effettuare la visione a proprio rischio e pericolo, contestualmente rilasciando manleva nei confronti della Proprietaria e della Casa d’asta, senza apertura e smontaggio di apparecchiature e/o macchinari e/o impianti;
d)l’indicazione del proprio indirizzo di posta elettronica al quale la Casa d’asta farà pervenire autorizzazione scritta per la visione, che avverrà sotto la vigilanza del soggetto delegato dalla proprietaria (custode).
 
7.In caso di partecipazione, qualora l’utente non potesse prendere parte alla visione, costui accetta di ricevere il bene in virtù della clausola “visto e piaciuto nello stato di fatto in cui si trovano”, così come previsto al punto 6.1 delle presenti condizioni.
 
 
Articolo 2. CONDIZIONI DI VENDITA
 
1.La Casa d’asta si riserva la facoltà di decidere se procedere alla vendita dei beni mediante la predisposizione di differenti lotti, contenenti ciascuno singoli beni o combinazioni di beni, ovvero la creazione di un lotto completo (lotto 0) contenente tutti i beni dell’asta unitamente alla formazione dei singoli lotti composti dagli stessi beni unitariamente considerati. La scelta in ordine alla strutturazione dell’asta sarà effettuata discrezionalmente dalla Casa d’asta, previo accordo con la Proprietà. 
 
2.Qualora presente, nel caso in cui nessuna offerta sia pervenuta sul lotto completo (Lotto 0) si procederà all'aggiudicazione dei singoli lotti e/o combinazioni. 
 
3.Nel caso in cui pervengano offerte sul lotto completo (Lotto 0), nonché sui singoli lotti, la Casa d’asta, previo accordo con la Proprietà al termine dell'asta si riserva la facoltà di aggiudicare o meno il lotto completo in base ai valori raggiunti dai lotti singoli.
 
4.Per garantire la massima competitività e assicurare il massimo realizzo alla Proprietaria, le aste on-line sono soggette alla regola dell’“Extra time”; ciò significa che se il potenziale acquirente inserisce un’offerta per un lotto durante gli ultimi cinque minuti di gara, la conclusione dell’asta per tale lotto viene prolungata per ulteriori cinque minuti dall’ultima puntata ricevuta, dando così modo ai concorrenti di rilanciare. Per tale ragione non è possibile stabilire un orario di chiusura certo per le nostre aste.
 
 
5.L’asta è soggetta a prezzo di riserva: in caso di superamento del prezzo di riserva sarà emessa conferma di aggiudicazione provvisoria in favore dell’utente risultato migliore offerente nel termine sottoindicato. La Proprietà, a suo insindacabile giudizio, si riserva di comunicare eventuali impedimenti all’aggiudicazione entro il termine di 10 giorni lavorativi dal termine dell’asta. 
Fatte salve le verifiche suindicate svolte dalla Proprietà, l’aggiudicazione sarà da intendersi definitiva solo ad avvenuto pagamento del prezzo di vendita, oltre Iva se dovuta, ivi comprese le spese per il servizio di vendita (Buyer’s Premium), oltre iva.
 
6. Per contro, qualora il prezzo di riserva non sia stato raggiunto, la Proprietà a suo insindacabile giudizio potrà in ogni caso accettare o meno l’offerta ricevuta, dandone relativa comunicazione entro 10 giorni lavorativi dalla chiusura dell’asta.
In caso di conferma da parte della Proprietaria, l’aggiudicazione sarà da intendersi definitiva ad avvenuto integrale pagamento del prezzo di vendita, oltre Iva se dovuta, comprensivo delle spese per il servizio di vendita (Buyer’s Premium), oltre iva. 
 
7. In ogni caso, qualora la vendita sia limitata a determinate categorie di soggetti, così come indicato all’art. 1.4, l’aggiudicazione è subordinata alla positiva verifica circa l’appartenenza dell’aggiudicatario provvisorio a detta categoria.
 
8. Le spese per il servizio di vendita fornito dalla Casa d’asta (Buyer’s Premium), pari al 10% oltre iva del valore di vendita del bene, sono poste dalla Proprietà a carico dell’acquirente aggiudicatario, il quale, in forza di espressa delegazione attiva, le verserà direttamente alla Casa d’asta unitamente al prezzo d’acquisto e gli eventuali oneri aggiuntivi. 
Il Buyer’s Premium avrà un importo minimo di 25 € (+ IVA al 22% ove applicabile), su ciascuno dei lotti o combinazioni aggiudicati, come commissioni minime.
 
9. In ogni caso il pagamento di quanto dovuto dovrà avvenire secondo le modalità e nei termini così come indicati al successivo art. 3.
 
 
Articolo 3. MODALITÀ E TERMINI DI PAGAMENTO
 
1. L’aggiudicatario si impegna a corrispondere integralmente, mediante bonifico bancario intestato alla Casa d’asta, il prezzo di vendita, oltre iva se dovuta, nonché le spese per il servizio di vendita (Buyer’s Premium), oltre iva, entro 5 giorni dalla conferma di aggiudicazione provvisoria ed in ogni caso dal momento in cui la Casa d’asta invierà all’aggiudicatario le note di pagamento.
A tal fine, a seguito della conferma dell’aggiudicazione provvisoria, la Casa d’asta comunicherà all’aggiudicatario le istruzioni specifiche per eseguire il pagamento. Tutti gli oneri fiscali e legali relativi alla cessione dei beni sono a completo carico dell’aggiudicatario e sono da saldare entro i termini indicati dalla Casa d’asta.
 
2. All’aggiudicatario, qualora necessario, potrà essere chiesto, a titolo di controprova, la distinta di bonifico ed il numero di CRO.
 
Articolo 4. INADEMPIMENTO DELL’AGGIUDICATARIO
 
1. In caso di mancato pagamento, anche parziale, nei termini indicati dalla Casa d’asta (farà fede la data indicata sulla distinta di bonifico) per fatto o colpa dell’aggiudicatario, quest’ultimo si intenderà automaticamente decaduto dall’aggiudicazione provvisoria senza necessità di ulteriore comunicazione e/o preventiva messa in mora; in tal caso sarà trattenuta, a titolo di penale, la cauzione versata per la partecipazione all’asta, salvo il diritto al risarcimento del maggior danno.
 
2.In tal caso la Casa d’asta in accordo con la Proprietà potrà, a suo insindacabile giudizio, indire un nuovo esperimento di vendita, ovvero, dar luogo all’aggiudicazione attribuendola ad oltranza al successivo miglior offerente. 
 
Articolo 5. RITIRO E CONSEGNA DEI BENI
 
1.Le operazioni di smontaggio e carico potranno avere inizio a partire dal primo giorno utile successivo al perfezionamento della vendita, previo accordo con il custode dei locali ove necessario, e secondo la disponibilità di quest’ultimo. Pertanto, successivamente al pagamento integrale di quanto dovuto, il lotto sarà messo a disposizione dell’aggiudicatario.
 
2.Le operazioni di ritiro, avviate nei termini e con le modalità di cui sopra, dovranno tassativamente terminare entro e non oltre 20 giorni lavorativi dal perfezionamento della vendita e in ogni caso dopo l’avvenuta fatturazione.
 
3.Il mancato rispetto del termine ultimo per il ritiro come indicato al precedente punto 5.2 comporterà l’applicazione all’aggiudicatario della penale di € 100,00, oltre IVA, per ogni giorno di ritardo.
 
4.Salvo il caso di tardiva consegna da parte del detentore alla quale l’aggiudicatario non abbia dato causa, se la Proprietaria consente, dietro giustificata richiesta dell’aggiudicatario, di prorogare il termine della presa in consegna del bene, l’acquirente sarà tenuto a corrispondere le eventuali diverse spese per giacenza, custodia e assicurazione dei beni stessi, per tutto il tempo della proroga.
 
5.Una volta perfezionata la vendita a seguito del pagamento integrale del prezzo nei confronti della Casa d’asta e in ogni caso dopo l’avvenuta fatturazione, l’aggiudicatario diverrà ad ogni effetto di legge proprietario del bene, e graverà pertanto sul medesimo qualsiasi rischio o responsabilità afferente il bene acquistato – ivi compresi i rischi di deperimenti, deterioramenti e distruzioni dei beni dal momento della consegna,  anche nel caso in cui lo stesso decidesse di avvalersi dell’opera di un vettore o di uno spedizioniere. Inoltre, dal momento della presa in consegna dei beni da parte dell’acquirente, saranno a suo esclusivo carico ogni manutenzione ordinaria e straordinaria, ogni onere e responsabilità derivante dal possesso dei beni anche nei confronti di terzi, inclusi gli obblighi di legge per la diligente custodia dei beni, la sicurezza e l’igiene sul lavoro.
 
6.In ogni caso, decorsi 15 giorni dalla scadenza del termine ultimo come determinato al precedente 5.2 senza che l’aggiudicatario abbia provveduto al ritiro dei beni aggiudicati, saranno trattenute le somme versate dall’aggiudicatario inadempiente e potrà essere disposta una nuova vendita del bene aggiudicato, riservandosi l’opportunità di agire nei confronti dell’aggiudicatario inadempiente per ottenere il risarcimento del danno patito.
 
7.Sono inoltre posti integralmente a carico dell’aggiudicatario ogni altro costo e spesa da sostenersi qualora ricorresse la necessità (fra le tante e a mero titolo esemplificativo) di duplicati di documenti etc.
 
8.Sarà a carico dell’aggiudicatario ogni eventuale onere di smontaggio, classificazione, distinta delle parti e componenti dei macchinari acquistati, nonché ogni onere di bonifica da oli, liquidi speciali o altri materiali, che impongano specifici obblighi di smaltimento, oltre alla rimozione dei beni dal luogo in cui allo stato si trovano e trasporto a destinazione. Si precisa altresì che ogni attività inerente lo spostamento, il caricamento su mezzi di trasporto, il trasporto, l’eventuale smontaggio dei beni necessari al loro trasporto od anche solo alla loro presa in consegna, sarà interamente a cura onere e rischio dell’aggiudicatario, anche nel caso in cui non siano disponibili o reperibili specifiche istruzioni del costruttore dei beni circa tali operazioni. In caso di vendita di beni mobili registrati, qualora il veicolo sia danneggiato o non conforme a norme obbligatorie che regolano la circolazione stradale, l’acquirente ritirerà il veicolo non conforme avvalendosi di apposito servizio di trasporto del veicolo.
 
9.Il personale incaricato del ritiro o le ditte designate a tal fine dovranno preventivamente consegnare alla Casa d’asta apposita delega al ritiro sottoscritta e timbrata dall’aggiudicatario. L’aggiudicatario o le ditte terze incaricate del ritiro risponderanno solidalmente per i danni a persone o cose cagionati nelle operazioni di ritiro dei beni; l’aggiudicatario o le ditte terze incaricate si obbligheranno al rispetto delle norme di sicurezza, la cui applicazione sarà necessaria in relazione al bene da ritirare (piani di sicurezza, ecc.); l’aggiudicatario o le ditte terze incaricate nel procedere al ritiro documenteranno di avvalersi di personale provvisto delle necessarie assicurazioni previdenziali.
 
10.Sarà cura e onere dell’aggiudicatario verificare che i terzi incaricati soddisfino i requisiti di cui al punto precedente.
 
11.Al fine di poter ritirare i beni oggetto di aggiudicazione, l’aggiudicatario – ovvero il soggetto da questi delegato ad eseguire materialmente il ritiro – dovrà esibire i documenti necessari e propedeutici al regolare svolgimento delle operazioni, come di seguito indicati:
a)liberatoria sottoscritta dall’aggiudicatario attestante la piena assunzione di responsabilità per qualsiasi eventuale danno a cose o persone dovesse verificarsi a causa e/o in conseguenza delle operazioni di smontaggio e ritiro dei beni unitamente a documento di identità del legale rappresentante. Nel caso in cui l’aggiudicatario incaricasse un soggetto terzo per lo smontaggio ed il ritiro dei beni, analoga dichiarazione dovrà essere rilasciata dal soggetto delegato, unitamente a copia di documento di identità del relativo legale rappresentante;
b)in caso di ritiro da parte di un soggetto terzo, relativa delega al ritiro sottoscritta e timbrata dall’aggiudicatario, unitamente a copia del documento di identità del legale rappresentante del delegante e del delegato;
c)prima dell’avvio delle operazioni di ritiro, elenco dettagliato rilasciato dall’ aggiudicatario e/o dal soggetto delegato al ritiro contenente i nominativi di chiunque dovrà avere accesso ai locali, comprensivo di relative copie di documenti di identità in corso di validità;
d)la fattura o la nota proforma specifica della descrizione dei lotti;
e)il Documento Unico Regolarità Contributiva del soggetto incaricato del ritiro dei beni e/o di qualsiasi soggetto dovesse accedere ai locali in fase di ritiro;
La documentazione richiesta dovrà tassativamente essere inoltrata prima dell’avvio delle operazioni, pena l’impossibilità di procedere con il ritiro dei beni.
 
12.In ogni caso è esclusa qualsiasi responsabilità della Proprietaria dei beni e della Casa d’asta per danni a cose o persone che dovessero derivare o conseguire allo svolgimento delle operazioni di ritiro, smontaggio, asporto e trasporto dei beni ceduti.
 
13.Il ritiro dei beni mobili registrati è subordinato al completamento delle relative pratiche auto (passaggio di proprietà, demolizione delle targhe per esportazione, rottamazione, immatricolazione). Per tanto tutti gli oneri dovuti per l’espletamento della pratica, compreso il costo per il passaggio di proprietà tra la Proprietaria dei beni e la Casa d’asta ed il successivo passaggio di proprietà dalla Casa d’asta all’aggiudicatario, saranno posti ad esclusivo carico dell’aggiudicatario. Sono, altresì, poste a carico dell'aggiudicatario le spese sostenute dalla Casa d'asta per il rinnovo della tassa di proprietà del veicolo. 
 
14.Una volta versati il prezzo di vendita, le commissioni d’asta e il costo per l’espletamento delle pratiche auto di passaggio di proprietà e la tassa di proprietà, l’aggiudicatario potrà procedere con il ritiro del bene.
 
15.In nessun caso, nei confronti della Casa d’asta sarà possibile muovere contestazioni e/o vantare pretese per il prolungarsi delle tempistiche necessarie per il completamento delle pratiche relative ai passaggi di proprietà. 
 
 
Articolo 6. DISPOSIZIONI CONCLUSIVE
 
1.La vendita dei beni è da intendersi effettuata alla condizione “visto e piaciuto nello stato di fatto in cui si trovano”: i beni sono pertanto accettati dall’acquirente nello stato di fatto e di diritto in cui sono, senza alcuna responsabilità o garanzia, né esplicite né implicite, da parte del venditore, anche per difetti e vizi abnormi o inimmaginabili, salvo quanto previsto da leggi inderogabili, con conseguente rinunzia irrevocabile ad ogni diritto, pretesa o azione a tale titolo e senza alcuna garanzia sulla loro funzionalità o possibilità di recesso da parte dell’aggiudicatario insoddisfatto; l’aggiudicatario, pertanto, non potrà muovere obiezione alcuna sui beni acquistati, successivamente all’aggiudicazione.
 
2.Inoltre, non risultando la vendita equiparabile alla normale immissione dei beni sul mercato, ai fini dell’applicazione delle vigenti normative in materia di sicurezza, grava sull’aggiudicatario l’obbligo di procedere, prima della messa in servizio o della rivendita del bene (o dei beni) acquistato, alla verifica dell’esistenza dei requisiti di sicurezza previsti dalla normativa vigente.
 
 
3.In particolare, se i beni oggetto di compravendita sono soggetti a rilascio di certificazioni e/o permessi per la loro installazione od utilizzo, l’acquirente dichiara di essere edotto che tali beni non hanno tali certificazioni e/o permessi e che il prezzo di compravendita è stato determinato considerata tale circostanza. Pertanto, l’acquirente dichiara irrevocabilmente che non svolgerà, ora per allora, alcuna azione nei confronti del venditore e non avanzerà pretesa alcuna a causa o in conseguenza della mancanza di certificazioni e/o permessi e/o delle spese dirette o indirette necessarie ad ottenere tali permessi.
 
4.Con l’accettazione del presente documento, l’acquirente dichiara a tutti gli effetti di Legge che irrevocabilmente manleva la Proprietà e la Casa d’asta da ogni responsabilità e di manlevare nel modo più ampio da ogni e qualsiasi obbligazione di qualsiasi genere a titolo di risarcimento danni, indennizzi, rimborsi, da ogni conseguenza, diretta od indiretta, derivante da qualsiasi (previsto od imprevisto) impiego e/o (facoltative o necessarie) modifica, revisione, manutenzione, riparazione dei beni in oggetto e di qualsiasi apparecchio, componente, dispositivo, gruppo, sottogruppo, insieme, sottoinsieme, macchina, quasi-macchina, parte, particolare, etc. che li compongono. Il sottoscritto espressamente dichiara inoltre di utilizzare i predetti beni sotto la sua esclusiva responsabilità e/o di colui a cui dovesse a qualsiasi titolo cederli o, comunque, consentirne l’utilizzo e di trasmetterne loro e per iscritto tutti tali obblighi. Il sottoscritto, infine, espressamente dichiara - per sé e per i suoi aventi causa - di rinunciare sin d’ora a proporre qualsiasi azione, eccezione o pretesa nei confronti dalla proprietaria, connessa al presente accordo.
 
 
5. Qualora le disposizioni contenute nelle “condizioni generali di accesso al servizio e di vendita dei beni” e quelle contenute nelle presenti “condizioni specifiche di vendita e ritiro” siano in reciproco conflitto, quanto stabilito nelle “condizioni specifiche di vendita e ritiro” prevale su quanto stabilito nelle “condizioni generali di accesso al servizio e di vendita dei beni”.
 
6. Qualora una o più clausole delle presenti “condizioni specifiche di vendita e ritiro” siano dichiarate o siano da considerarsi invalide o inefficaci, le altre clausole rimarranno valide ed efficaci e la clausola invalida o inefficace sarà sostituita, ove possibile, dalla corrispondente disposizione di legge. 
 
La Casa d’asta costituisce una piattaforma di commercio che offre ai propri utenti la possibilità di presentare le offerte per le aste qui pubblicate. La Casa d’asta non ha il possesso dei beni messi in vendita attraverso la piattaforma, vende all'acquirente i beni per conto della Proprietà in forza di mandato senza rappresentanza conferito da De Lage Landen International B.V. succursale Milano e ne incassa conseguentemente il prezzo relativo, comprensivo delle spese per il servizio di vendita (Buyer’s Premium), da parte dell’acquirente.
 
Gobid.it

Gobid.it is a registered trademark by: GOBID INTERNATIONAL AUCTION GROUP SRL

Head Office: Via P.O.Vigliani, 19 - 20148 Milano (MI)

Operating Headquarters: Via Merloni, 17/U - 62024 Matelica (MC)

tel: 0039.0737.782080 - fax: 0039.0737.786198 - email: info@gobid.it