15352: Butler wheel balancer and tire changer - Capital Goods from Leasing - Intrum Italy S.p.A.

CONDIZIONI GENERALI DI ACCESSO AL SERVIZIO E DI VENDITA DEI BENI DELLA CASA D’ASTA

Le “condizioni generali di accesso al servizio e di vendita dei beni” regolamentano i termini e le condizioni inerenti l’utilizzo dei siti www.gobid.it e/o www.gorealbid.it,il funzionamento di ogni asta e la relativa partecipazione. Regolano altresì il rapporto che si instaura tra GOBID INTERNATIONAL AUCTION GROUP srl, da ora in poi denominata Casa d’asta, e l'Utente al momento della sua registrazione sui siti www.gobid.ite/o www.gorealbid.it.Le stesse sono valide in concorso con le “condizioni specifiche di vendita e ritiro” pubblicate per ogni singola asta.  Sono valide per qualsiasi Utente, per le aste on-line e per le trattative private.

Articolo 1. Contratto con l'utente.

1.4 La Casa d’asta si riserva il diritto di rifiutare e/o rimuovere unilateralmente la registrazione se:
 
 
1.5 La Casa d’asta inserisce i dati personali ricevuti in un archivio anagrafico tenuto a tal fine. Con la registrazione ai siti www.gobid.it e/o www.gorealbid.it l'Utente autorizza l'utilizzo e la memorizzazione dei dati personali registrati.

1.6 È vietato all'Utente riprodurre i siti www.gobid.ite/o www.gorealbid.it o qualsiasi parte dello stesso o metterlo a disposizione di terzi (tramite deep link o in altro modo), senza previa autorizzazione scritta della Casa d’asta.


Articolo 2. Caratteristiche della vendita

2.1 In caso di vendita di beni provenienti da procedure concorsuali, la vendita deve considerarsi come forzata ad ogni effetto di legge (art. 2919 c.c.); come da art. 2922 c.c. l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione di prezzo, non avendo luogo, nella vendita forzata, la garanzia per i vizi della cosa. È inoltre esclusa qualsiasi responsabilità per la Casa d’asta circa eventuali diritti di terzi sui beni mobili oggetto dell’asta (art. 2920 c.c.).
2.2 Per quanto riguarda tutte le aste pubblicate (sia in caso di vendita di beni provenienti da procedure concorsuali, che di vendita di beni provenienti da soggetti privati – liquidazioni volontarie o società di leasing) vengono venduti visti e piaciutiper tale motivo è onere di ogni partecipante prendere visione dei singoli beni inseriti nei lotti al fine di verificare la reale condizione degli stessi. Tale operazione è fortemente raccomandata dalla Casa d’Asta, la quale non garantisce e non assume alcuna responsabilità in ordine alla completezza e funzionalità dei beni, o possibilità di recesso da parte dell’aggiudicatario insoddisfatto.  Inoltre, non risultando la vendita nell’ambito di procedura espropriativa equiparabile alla normale immissione dei beni sul mercato, ai fini dell’applicazione delle vigenti normative in materia di sicurezza, grava sull’aggiudicatario l’obbligo di procedere, prima della messa in servizio o della rivendita del bene (o dei beni) acquistato, alla verifica dell’esistenza dei requisiti di sicurezza previsti dalla normativa vigente.

Articolo 3. Descrizione dei lotti

3.1 Sui siti www.gobid.ite/o www.gorealbid.it si applica la massima cura in termini di correttezza e chiarezza nella descrizione di ogni lotto, secondo quanto indicato nelle perizie o negli inventari, pubblicandoli nei siti web, nei cataloghi o in altri depliant o inserzioni riguardanti le aste, senza tuttavia dar luogo ad alcuna responsabilità per danni derivanti da descrizioni non corrette o incomplete o per danni conseguenti all’affidamento su tali descrizioni.
3.2 Salvo esplicita indicazione contraria nelle condizioni specifiche di vendita e ritiro della specifica asta, le condutture, le linee di servizio, i cavi o altri collegamenti elettrici, controlli o prodotti che si innestano ad un lotto, vengono venduti soltanto sino alla prima valvola, raccordo o segno di innesto. I collegamenti sotterranei o a muro non appartengono mai al Lotto, salvo esplicita indicazione contraria nelle condizioni specifiche di vendita e ritiro.
3.3 La Casa d’asta declina qualsiasi responsabilità derivante dall’utilizzo dei beni oggetto delle aste. Laddove inoltre si trattasse di beni non a norma, la Casa d’asta è altresì esonerata da qualsiasi costo di perizia o messa a norma degli stessi.

Articolo 4. Modalità di svolgimento dell’asta e partecipazione

4.1 Affinché si possa validamente partecipare alle aste, è necessario essere registrati ai siti di www.gobid.ite/o www.gorealbid.it.Ad ogni utente al momento della registrazione viene chiesto di scegliere un nome utente ed una password che saranno le credenziali con cui potrà accedere ai siti e partecipare alle aste. Ogni partecipante è responsabile di ogni azione intrapresa a suo nome e con la propria password.
Dopo essersi registrato ai siti, l’utente accede alle singole aste accettando le Condizioni Generali e le Condizioni Specifiche.
 
4.2 I dati dell'utente (username e password) sono personali e segreti e l’utente registrato è ritenuto responsabile per le offerte formulate anche in caso di furto e smarrimento, ad eccezione del caso in cui abbia prontamente comunicato all’Amministrazione dei siti www.gobid.ite/o www.gorealbid.itil furto o lo smarrimento dei predetti dati.
 
4.3 L’asta viene svolta al rialzo: la vendita viene aggiudicata al migliore offerente partendo dal prezzo minimo indicato sui siti www.gobid.ite/o www.gorealbid.itnella pagina relativa all’asta, e nell’ambito dei limiti temporali dell’offerta.
4.4 Per partecipare all’asta è necessario versare una cauzione secondo quanto previsto nelle “condizioni specifiche di vendita e ritiro”. Qualora l’aggiudicatario non versi il saldo prezzo la cauzione verrà trattenuta in acconto sul maggior danno e verrà fatta salva la possibilità per la proprietaria e per La Casa d’asta di agire nei suoi confronti per il risarcimento del maggior danno.
4.5 L’utente potrà a questo punto inserire il valore della sua offerta sul lotto a cui è interessato e procedere seguendo le fasi previste dal processo.
 
4.6 A conclusione dell’asta, se l’utente è il massimo offerente e se è superato il prezzo di riserva, egli è l’aggiudicatario finale dell’asta, salvo quanto diversamente indicato all’interno delle “condizioni specifiche di vendita e ritiro” relative all’asta.
 
4.7 Ogni offerta presentata è irrevocabile e rappresenta un impegno vincolante, pertanto non è consentito ritirare le offerte inserite. Non è possibile rinunciare all’acquisto del bene aggiudicato trattandosi di vendita forzata ad ogni senso di legge.
4.8  Per garantire la massima competitività e assicurare il massimo realizzo alla procedura, le aste on-line sono soggette alla regola dell’ “Estensione Temporale”; ciò significa che se il potenziale acquirente inserisce un’offerta durante gli ultimi 5 minuti di gara, la conclusione dell’asta viene prolungata per ulteriori 5 minuti, dando così modo ai concorrenti di rilanciare. Per tale ragione, non è possibile stabilire un orario di chiusura certo per le nostre aste.
4.9 In base ai termini previsti nelle “condizioni specifiche di vendita e ritiro” l’aggiudicatario si premurerà di rispettare i termini di pagamento.
 
Articolo 5. Modalità di pagamento

5.1 Ogni prezzo indicato sui siti di www.gobid.ite/o www.gorealbid.itè espresso in Euro e si intende IVA esclusa. I compratori e gli offerenti dovranno pagare l'IVA o qualsiasi altra tassa aggiunta al prezzo di vendita secondo i Termini e le Condizioni qui specificate, seguendo le norme finanziarie vigenti al momento della conclusione della transazione.
5.2 Il soggetto aggiudicatario è tenuto a versare il saldo del prezzo battuto all’asta, oltre IVA se ed in quanto dovuta ed oltre tutti gli oneri di carattere accessorio, legale e/o fiscale, i quali sono sempre a carico dell’offerente aggiudicatario (a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo devono qui intendersi ricompresi gli eventuali costi necessari per la duplicazione di titoli e certificati, per la cancellazione di trascrizioni pregiudizievoli, etc.)
5.3 La proprietà addebita ai compratori le spese del servizio di vendita in asta, calcolato in percentuale sul prezzo di aggiudicazione del bene e che dovrà essere corrisposto, in forza di delegazione attiva, dai compratori direttamente alla Casa d’asta, unitamente al versamento del prezzo di acquisto.
5.4 Dopo la chiusura dell’asta l’aggiudicatario riceve una nota di pagamento contenente tutti i dettagli per l’adempimento del pagamento.
5.5 Per inderogabili esigenze di trasparenza e speditezza della procedura di vendita competitiva, non possono essere presentate offerte per conto di terzi e/o per persona da nominare. Per tale motivo, in caso di aggiudicazione, la Casa d’asta provvederà all’invio delle note di pagamento e delle successive fatture solo ed esclusivamente nei confronti del soggetto – persona fisica o giuridica – che abbia completato con successo la procedura di registrazione, avendo conseguito l’abilitazione a presentare offerte.
Tale disposizione deve ritenersi inderogabile.
 
5.6 L’aggiudicatario si impegna a far pervenire alla Casa d’asta tramite e-mail distinta di versamento e CRO al fine di comprovare l’avvenuto pagamento.
5.7 Nell’ipotesi in cui l’aggiudicatario non abbia adempiuto all’obbligazione di pagamento entro i termini stabiliti si avranno le seguenti conseguenze:
a. la cauzione verrà trattenuta a titolo di risarcimento e verrà fatta salva in ogni caso la possibilità per la Proprietà e per la Casa d’asta di agire nei confronti dell’utente inadempiente per il risarcimento del maggior danno;
b. In caso di inadempimento, la vendita si intenderà risolta di diritto e l’utente sarà considerato decaduto dalla aggiudicazione, senza necessità di ulteriore comunicazione e/o messa in mora; l’utente aggiudicatario decaduto sarà escluso dalla partecipazione ai successivi esperimenti di aste relative alla medesima Proprietà;
c. del suo inadempimento viene data notizia alla Proprietà. La Proprietà e la Casa d’asta si riservano la facoltà di adottare le misure che riterranno più idonee;
d. il bene viene proposto agli utenti a cui appartengono le successive migliori offerte ricevute durante l’asta (underbidders) al prezzo che avevano offerto. Nel caso in cui gli underbidders non fossero più interessati, il bene viene rimesso all’asta al prezzo base del presente esperimento.

Articolo 6. Disposizioni speciali in materia di IVA

6.1 Gli aggiudicatari con sede in paesi EXTRA UE che si sono avvalsi dell’esenzione IVA ex art 8 si impegnano a esportare la merce entro 90 gg dall’emissione della fattura e a fornire tempestivamente prova dell’avvenuta esportazione alla Casa d’Aste. Nel caso in cui l’esportazione non avvenga entro il termine stabilito verrà richiesto il versamento dell’IVA.
6.2 La proprietaria e la Casa d’astapotranno richiedere agli aggiudicatari extra UE il versamento dell’IVA: tali importi saranno restituiti all’aggiudicatario extra UE solo dopo il ricevimento di idonea documentazione attestante l’avvenuta esportazione in un paese extra UE entro 90 giorni dalla data del DDT, ovvero dalla data della fattura in mancanza del DDT. In difetto, l’IVA verrà versata secondo i termini di legge.
6.3 La Casa d’asta provvede in via automatica all’invio delle note di pagamento addebitando l’IVA. Coloro che intendano avvalersi del regime di esenzione previsto per gli esportatori abituali – sia con riferimento al corrispettivo dovuto a favore della procedura, sia per quello dovuto a favore della Casa d’asta a titolo di commissione – dovranno preventivamente inviare la dichiarazione di intento e la correlata ricevuta di deposito rilasciata dall’Agenzia delle Entrate.
6.4 La Casa d’asta, ricevuta la detta documentazione, verificherà l’avvenuto deposito della dichiarazione d’intento per il corrente periodo d’imposta e, successivamente, emetterà nuove note di pagamento, sostitutive delle precedenti, con esenzione da IVA.

Articolo 7. Ritiro dei beni

7.1 I termini e le modalità di ritiro dei beni che l’acquirente si è aggiudicato con l’asta sono specificatamente indicati nelle “condizioni specifiche di vendita e ritiro” pubblicate per ogni asta.
7.2 La Casa d’asta potrà agevolare le operazioni di ritiro fornendo, ove possibile, informazioni logistiche sull’ingombro dei beni, i pesi ed i mezzi necessari per il trasporto;
7.3 L’aggiudicatario si impegna a sgomberare i locali entro e non oltre il termine indicato nelle “condizioni specifiche di vendita e ritiro” pubblicate on-line ed accettate dagli utenti. In caso di ritardo nel ritiro verrà applicata una penale da corrispondere alla Proprietà per ogni giorno di ritardo.
7.4 Nel caso in cui il mancato ritiro persistesse, la Casa d’asta in accordo con la Proprietà potrà rimettere all’asta il bene aggiudicato o smaltire il bene al fine di liberare i locali, a spese ed a rischio dell’aggiudicatario. Inoltre, potranno essere trattenuti gli importi versati.


Articolo 8. Responsabilità giuridica


8.1 In caso di accertata responsabilità, la Casa d’asta non risponderà di danni eventualmente eccedenti il massimale previsto dalla propria polizza assicurativa.
8.2 Si esclude ogni responsabilità della Casa d’asta relativamente a qualsiasi possibile violazione dei diritti di proprietà intellettuale di terzi.
8.3 Avvalendosi della collaborazione di terzi, la Casa d’asta agirà sempre con la dovuta diligenza nella scelta degli stessi del cui operato è responsabile.
8.4 La Casa d’asta non è responsabile per qualsiasi danno, perdita, costo o spesa (incluse perdite di profitto, spese legali, tasse sul valore aggiunto o equivalenti ecc.) eventualmente subite o sostenute dall’ Utente a causa di:
8.5 La Casa d’asta non è responsabile di nessun ritardo o mancato adempimento dei propri obblighi, qualora tale ritardo o inadempienza dipenda da cause di forza maggiore.

Articolo 9. Norme applicabili

9.1 Per le aste di beni provenienti da procedure concorsuali: le disposizioni contenute nelle Condizioni Generali di accesso al servizio e di vendita dei beni e nelle Condizioni Specifiche di Vendita pubblicate sui siti di www.gobid.ite/o www.gorealbid.itdevono ritenersi applicabili unitamente alle specifiche norme che regolano la modalità delle vendite di beni derivanti da procedure concorsuali contenute nel codice di procedura civile e nella Legge Fallimentare, alle quali nello specifico si rimanda.
9.2 Per le aste di beni provenienti da clientela privata (liquidazioni volontarie e beni di proprietà di società di leasing): le disposizioni contenute nelle Condizioni Generali di accesso al servizio e di vendita dei beni e nelle Condizioni Specifiche di Vendita e ritiro pubblicate sui siti di www.gobid.ite/o www.gorealbid.itdevono ritenersi applicabili unitamente alle norme del Codice Civile.
9.3 La Casa d’asta si riserva il diritto di modificare le suddette condizioni. Tali modifiche verranno pubblicate sui siti e da quel momento avranno valore effettivo.
 
Articolo 10. Siti web www.gobid.ite www.gorealbid.it

10.1 In caso di guasti tecnici nei siti web, tali per cui i siti web non risultino accessibili del tutto e/o non risultino accessibili per tutti gli Utenti, la Casa d’asta ha il diritto di prorogare l'asta fino a 7 giorni.
10.2 La Casa d’asta declina ogni responsabilità per qualsiasi danno che possa derivare agli Utenti o a terzi dall'uso dei siti web. In particolare, la Casa d’asta non è responsabile per eventuali danni derivanti da:
- impossibilità di utilizzare i siti web (in qualsiasi parte) e/o qualsiasi altro guasto e/o malfunzionamento ai siti; 
- mancata corrispondenza dei Lotti alle specifiche tecniche o descrizioni indicate nei Siti web;
- informazioni non corrette, incomplete o non aggiornate contenute nei Siti web;
- difetti nel software dei Siti web;
- uso illecito dei sistemi informatici, tra cui i siti www.gobid.ite www.gorealbid.it, da parte di terzi.
 
Articolo 11. Sicurezza.

11.1 La Casa d’asta si impegna a proteggere ragionevolmente i propri sistemi contro perdite di dati e/o contro qualsiasi forma di uso illecito, attuando in merito ogni idoneo accorgimento tecnico ed organizzativo e tenendo conto, tra l'altro, dello stato della tecnologia.
11.2 Tuttavia la Casa d’asta non è responsabile della perdita di dati, di eventuali danni a file, di accessi illeciti a computer o file, della diffusione di virus tramite i Siti web, né di alcuna altra conseguenza correlata all’utilizzo dei siti web.
 
Articolo 12. Efficacia delle condizioni.

12.1 Se e nella misura in cui una qualsiasi disposizione delle condizioni generali di accesso al servizio e di vendita dei beni sia nulla o venga annullata, rimangono valide e applicabili le restanti disposizioni. In tal caso la Casa d’asta redigerà una nuova regolamentazione a sostituzione di quella nulla/annullata, la cui efficacia inizierà a decorrere dal momento della pubblicazione sui siti web.
12.2. Qualora le disposizioni contenute nelle condizioni generali di accesso al servizio e di vendita dei beni e nelle condizioni specifiche di vendita e ritiro siano in reciproco conflitto, quanto stabilito nelle condizioni specifiche di vendita e ritiro prevale su quanto stabilito nelle condizioni generali di accesso al servizio e di vendita dei beni.
12.3 È possibile derogare alle presenti condizioni generali esclusivamente nella misura stabilita per iscritto dal rappresentante legale della Casa d’asta.
12.4 La Casa d’asta si riserva il diritto di modificare le presenti condizioni generali di accesso al servizio e di vendita dei beni, previa comunicazione agli utenti.
 
Articolo 13. Legge applicabile e foro competente.

13.1 Tutte le eventuali controversie sorte tra utenti e la Casa d’asta relative alle presenti condizioni e relative ai rapporti giuridici che si creano nell'ambito dell'asta saranno regolate esclusivamente dalla legge italiana.
13.2 Il testo italiano delle “condizioni generali di accesso al servizio e di vendita dei beni”è il testo originale. Pertanto, nel caso in cui tali Condizioni vengano utilizzate in più lingue, prevale il testo Italiano, in caso di ambiguità o conflitto.
13.3 In caso di controversie riguardanti l’applicazione delle condizioni generali e/o specifiche per le aste online, la procedura e l’aggiudicazione dei beni è competente:
- il Foro di Macerata per quanto riguarda le aste relative a beni di provenienza da procedure concorsuali;
-il Foro di Milano in caso di vendita di beni di proprietà di Intrum Italy SpA
Gobid.it

Gobid.it is a registered trademark by: GOBID INTERNATIONAL AUCTION GROUP SRL

Head Office: Via P.O.Vigliani, 19 - 20148 Milano (MI)

Operating Headquarters: Via Merloni, 17/U - 62024 Matelica (MC)

tel: 0039.0737.782080 - fax: 0039.0737.786198 - email: info@gobid.it